banner_pfm

  • Atlantis l'ultimo impero

    Alessandro De Rosa e Lorenzo Farinelli, Sabato; 19 ottobre 2019

    Programmazione:
    • 16,30 e 21,00

    Milo Thatch è un giovane linguista sognatore che lavora come tuttofare all’Istituto di ricerca Smithsonian. Tra una pausa e l’altra, Milo conduce i suoi studi su Atlantide, l’ultimo degli imperi. Le sue indagini lo conducono ad individuare il possibile luogo dove sarebbe nascosto il “Diario del Vecchio Pastore”, un manoscritto vichingo che mostrerebbe una via per arrivare ad Atlantide, ma nessuno vuole finanziare il suo viaggio. Quando tutto sembra ormai perduto, un eccentrico miliardario amico di suo nonno, ritrova il vecchio manoscritto e decide di finanziare l’impresa. La spedizione per Atlantide è guidata dal comandante Lyle Rourke, lo stesso militare che ha ritrovato il diario, e da Helga, la sua aiutante. A bordo del sottomarino “Ulysses”, assieme ad una bizzarra squadra di strampalati compagni, Milo parte per quella che si prospetta la più grande avventura della sua vita. Dopo mille pericoli e un lungo tragitto, seguendo le indicazioni del diario il gruppo trova il mitico impero ancora in vita. Qui Milo conosce la “giovane” principessa Kida, che si scoprirà avere ben 8.800 anni di vita. Kida e Milo riusciranno a decifrare le scritte con la storia di Atlantide, scoprendo la vera natura del suo cuore… il “Cuore di Atlantide, l’ultimo Impero”.

  • Mastercost: lo spettacolo è servito

    Annalisa Costa, Sabato; 26 ottobre 2019

    Programmazione:
    • 18.00 e 21.30

    Signore e signori venghino, il ristorante Costa è aperto .... Una VARIETA' infinita di piatti, antipasti, primi, secondi e dolci squisiti. Quale migliore abbinamento c'è tra lo spettacolo comico e la cucina? Tra il varietà e cibo? Lo chef Antonello Costa e la sua compagnia vi aspettano per farvi assaggiare un menù fatto di sketch, gag, battute, canzoni comiche, macchiette, piatti della tradizione, piccanti, fino al caffè e ammazza caffè. Menù tipico: primo - si ride secondo - non si pensa a nulla dolce - si dimenticano i problemi il conto - solo il prezzo del biglietto. Un nuovissimo varietà, puro stile Antonello Costa.

  • Per un pugno di risate

    Sabato; 09 novembre 2019

    Programmazione:
    • 17.00 e 21.00

    Un titolo da una connotazione “western”, già di per sé una garanzia che assicura “colpi di scena” comici ed esilaranti. Ed è proprio così che si svolge lo spettacolo che ha come protagonisti Pino Insegno, che ha curato anche la regia, e Federico Perrotta. Lo spettacolo propone un “revival” televisivo e cinematografico degli anni ’70, ’80 e ’90, parallelamente alle simpatiche vicende che Pino Insegno racconta riguardo la sua ascesa di artista: da doppiatore “a luci rosse”, simpaticamente commentato dallo stesso Rocco Siffredi in una proiezione video, al suo primo sfortunato provino a Cinecittà, fino alle divertenti vicende che hanno segnato il suo “dar voce” ai grandi attori hollywoodiani.

  • Pintus - destinati all'estinzione

    Venerdí 08 novembre 2019

    Programmazione:
    • 21.00

    C’è chi parla con il cane e lo fa mentre lo veste, c’é chi guida mentre manda messaggi con il telefono e c’è chi vuole fare la rivoluzione ma la fa solo su Facebook, c’è chi parcheggia la macchina nel posto riservato ai disabili “ tanto sono 5 minuti”. C’è chi festeggia il complemese, chi dice ciaone e chi fa l’Apericena. Ma soprattutto c’è chi crede che la terra sia piatta e probabilmente si è anche convinto che la colpa sia di Silvio. Sono questi i piccoli segnali che fanno presagire un ritorno…quello dei Dinosauri. Amici miei, che ci piaccia o no, SIAMO DESTINATI ALL’ESTINZIONE.

  • Christian racconta Christian De Sica

    Sabato; 30 novembre 2019

    Programmazione:
    • 21.00

    Christian De Sica (Roma, 5 gennaio 1951) è un attore, regista e cantante italiano. Figlio del regista Vittorio De Sica e dell'attrice spagnola María Mercader, è attivo sul piccolo e grande schermo fin dagli anni settanta. Nei decenni successivi raggiunge la popolarità grazie alla partecipazione a numerose commedie di successo, in particolare i cosiddetti cinepanettoni, nei quali forma un'affiatata coppia comica con Massimo Boldi, fino al 2005

  • Up & Down

    Domenica; 01 dicembre 2019

    Programmazione:
    • 16.00

    Uno spettacolo comico e commovente che racconta delle relazioni umane. Un’indagine diretta e poetica sulla società: l’ironia e l’irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità. Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicità o all’ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi. Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d’improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio. Paolo Ruffini porta in scena questo spettacolo insieme a degli attori davvero UP con la sindrome di Down, ma saranno proprio loro a contagiare tutti con la “Sindrome di UP”!

  • Giancarlo Giannini in Le parole note

    Venerdí 06 dicembre 2019

    Programmazione:
    • 21.00

    Il recital Parole Note di Giancarlo Giannini è un singolare incontro di letteratura e musica. Il contrastato caleidoscopio dei sentimenti è il filo conduttore dello spettacolo. Un viaggio nell’universo femminile che rompe i confini geografici e temporali. E così, dal ‘200 di Cecco Angiolieri, irriverente cantore della lirica “S’i fossi foco”, lo spettatore viaggerà fino ad arrivare alla piena sensualità sudamericana di Neruda, passando per il linguaggio amoroso di Salinas e i battiti del cuore di Leopardi che decanta la sua Silvia. Grande pathos per l’elogio funebre di Marco Antonio tratto dal Giulio Cesare di Shakespeare e il dubbio esistenziale esposto per l’Amleto. L’interpretazione appassionata e vibrante di Giannini s’intreccia con l’esecuzione dei brani in chiave jazz della tradizione napoletana proposti dal Marco Zurzolo Quartet, in perfetto equilibrio tra musica e parole.

  • Finchè social non ci separi - live

    Sabato; 14 marzo 2020

    Programmazione:
    • 21.00

    Hai mai detto a tuo marito che non sopporti che la sera venga a letto con le calze antiscivolo? Hai mai confessato alla tua fidanzata che ti piacerebbe che si ricordasse che sesso non è solo una parola del nostro vocabolario, ma anche un qualcosa che andrebbe praticato? Sei mai riuscito a dire al tuo compagno che prima di baciarti al mattino dovrebbe lavarsi i denti? Sei in grado di dire alla tua Lei che il lavandino serve per lavarsi e non come recipiente per i suoi trucchi? Molte coppie convivono non dicendosi le cose e il risultato è che la coppia scoppia. Angelo e Katia, coppia sul palco ma soprattutto nella vita, hanno scelto di dirsi tutto, anche le cose meno belle, e per farlo si sono affidati all’ironia che smorza i toni senza sminuire l’importanza di ciò che ci si dice.

Danza

Powered by: